Ce lo siamo raccontate fino allo sfinimento, alcune lo hanno urlato altre lo hanno solo affermato timidamente ma siamo tutte d’accordo: le dimensioni contano. Avevo ipotizzato svariati scenari per l’eventualità di incontrare un ragazzo poco dotato, tuttavia non avevo mai contemplato ciò che è successo nella realtà.

Vi racconto una storia – triste.

Single da qualche anno. Storie da una botta e via o poco più a sufficienza. Un discreto numero di esperienze su tinder e un bel giro del mondo in termini di nazionalità dei partners, al punto di iniziare a stilare una classifica a bandiera nera.

ONCE YOU GO BLACK YOU WILL NEVER GO BACK

Eppure nessuno che abbia destato in me il benché minimo reale interesse. Una sorta di loop in cui finisci per continuare a pensare al tuo ex e a temere che finirai zitella.

Poi compare lui.

Un bel ragazzo, educato, gentile, romantico al punto giusto. Una persona valida con cui ti piace passare il tempo. Condividete tanto, c’è intesa, vi vedete spesso, entrambi provate cose forti che non provavate da tanto. C’è qualcosa di più, lo sapete e volete entrambi. E’ tutto perfetto e pensi che per una volta avrai una gioia ma poi…scopri che
l u i   c e  l ‘ h a   p i c c o l o. MAIUNAGIOIA

COSA FARE QUANDO LUI TI PIACE MA CE L’HA PICCOLO?

Vorrei scrivere una guida di consigli di quelle che spopolano sul web ma la verità è che un partner con un pene di dimensioni al di sotto della media è un problema. O almeno, lo è per me. Approcciarmi ad un pene che ricorda quello di un bambino è un’esperienza piuttosto destabilizzante.

L’istinto dice di scappare, il buon senso ti porta a rimanere e dargli una chance perché in fondo non puoi fargliene una colpa… avere un pene piccolo è una cazzo di sfiga allucinante sopratutto in un mondo che ci vuole tutti belli, pimpanti e super dotati (che si parli di tette, culi o pene poco importa).

E poi la più difficile delle esperienze: troncare una relazione appena nata che sembra funzionare per cui hai fatto piani futuri perché a letto non funziona. O meglio: il resto funziona, preliminari, sesso orale – da parte sua perché appunto l’approccio alla taglia è stato traumatico – intesa. Ma poi quando entra in gioco il mini coso tutto muore. Eppure tu non puoi menzionare questo dettaglio, sarebbe troppo crudele per chiunque e assolutamente non meritato.

PRO DI UN PENE PICCOLA

Con la necessaria premessa che quanto segue è ciò che ho appreso sul web in momenti di sconforto ma in cui non ritrovo nessuna personale convinzione (sorry not so sorry).

  • Il sesso anale è più semplice: questa probabilmente è cosa vera, tuttavia non ho testato in prima persona
  • Il sesso orale è più semplice: a me fa semplicemente schifo l’idea di mettere un pene così piccolo in bocca. Ben vengano gli sforzi della mascella e il rischio di soffocamento
  • Si possono provare un maggior numero di posizioni grazie alle dimensioni ridotte ma dal momento che non ho mai avuto problemi su questo fronte con partner molto ben dotati rimarrei della mia idea
  • Minor rischio di infiammazione della vescica

Riaffermo che dissento… e vada come vada. Mi dispiace per il lui della situazione, ma de gustibus.

Resta l’amaro per qualcosa che avrebbe potuto essere molto bello, per un ragazzo interessante trovato in un mare di merda e l’assoluto perire di un momento magico a causa di un misero pene.

Mai una gioia anime care.

Ci aggiorniamo.