La quarantena finirà.

Non sappiamo quando, non sappiamo quanto manca ma dobbiamo credere che finirà.

La quarantena finirà e torneremo a far festa, ad abbracciarci, a fare amicizia, a fare l’amore sulla spiaggia.

La quarantena finirà e smetteremo di avere paura, forse nulla tornerà come prima ma forse nasceranno delle nuove abitudini che renderanno la nostra vita anche migliore.

Ricordate quando lo struggimento maggiore era capire come far funzionare tinder? Ecco in poche settimane tutto è cambiato, le nostre priorità sono cambiate.

LA QUARANTENA FINIRÀ.

Tutto passa, anche questo momento che ci vede nudi, inermi, spettatori di una vita che non ci appartiene più. Mezzo mondo è bloccato in casa da settimane. L’altra metà si sta bloccando mentre scrivo e leggete questo articolo.

Gli Stati Uniti hanno chiuso le proprie frontiere, l’Australia ha chiuso le frontiere, la Thailandia ha chiuso le frontiere, l’Italia ha chiuso le frontiere, l’India ha chiuso le frontiere, l’Indonesia ha chiuso le frontiere. Quel mondo aperto e globalizzato con cui siamo cresciuti è morto in un battito di ciglia. Un momento eravamo cittadini del mondo, quello successivo siamo diventati ex viaggiatori dal futuro incerto.

Il giorno prima eravamo insieme a far festa, il giorno dopo ci siamo ritrovati serrati in casa. Qualcosa che mai avremmo pensato di poter vivere aveva inesorabilmente preso il sopravvento sulle nostre abitudini ma soprattutto nella nostra testa. Da oltre un mese il mondo non parla d’altro.

Le feste sulla spiaggia sembrano un ricordo di altri tempi, le feste di compleanno, laurea o matrimonio sono diventate illegali. I funerali non sono più permessi. Persino uscire di casa è diventato illegale. Da 0 a 100 in un secondo. Il nostro vivere sovvertito; la società per come l’abbiamo conosciuta svanita nel nulla, le economie mondiali frantumate in mille pezzi.

Eppure, la quarantena finirà.

Sarà per merito della scienza, sarà merito del fato o dell’immenso senso civico che noi sapremo mostrare, fatto sta che la quarantena finirà.

La quarantena finirà e torneremo a viaggiare

Magari non avremo più tanti visti on arrival e dovremo mostrare certificati medici insieme al passaporto, ma viaggeremo ancora. Scopriremo angoli remoti di questo meraviglioso mondo. Magari i voli non saranno mai più economici come lo sono stati negli ultimi anni, ma con qualche sacrificio riusciremo ancora a viaggiare. Deve essere così.

La quarantena finirà e torneremo ad incontrarci

ad abbracciarci, ad andare agli appuntamenti e ad innamorarci mille volte. Le relazioni interpersonali saranno un qualcosa di nuovo e di cui, forse, riusciremo ad essere pienamente grati.

Quando tutto sarà finito non torneremo alla nostra vita di prima, avremo nuove consapevolezze con cui dover fare i conti.

La quarantena finirà ed Elisa potrà tornare alle sue lezioni di danza, la quarantena finirà e potrà abbracciare la sua Ele, potrà tornare a pranzo dai suoi genitori senza temere di metterne la vita a rischio.

La quarantena finirà e la mamma di Danila potrà finalmente volare in Australia ad abbracciare le sue figlie, la quarantena finirà e Danila avrà ancora – si spera – un lavoro, sempre nell’augurio di non finire per strada prima.

La quarantena finirà e Danila ed Elisa torneranno ancora insieme, si ubriacheranno sulla spiaggia e faranno festa fino al mattino. Potranno tornare a dividere un tavolo in un coworking chissà dove nel mondo e parlare con ragazzi proventi dai 5 continenti. Potranno viaggiare ancora insieme e sognare di fare mille cose.

La quarantena finirà e tutte voi potrete tornare ad abbracciare le persone che amate e fare le cose che più vi piacciono, torneremo alle attività all’aria aperta, alle cene fuori e agli aperitivi; torneremo a dare due baci quando incontriamo qualcuno perché così è sempre stato. Torneremo ad essere noi stessi… solo con qualche consapevolezza in più – o forse solo con tanta meno fiducia nel genere umano, ma questa è un’altra storia.

La quarantena finirà e il mondo che troveremo ad aspettarci sarà ormai cambiato per sempre. La natura avrà forse ripreso terreno a ricordarci che siamo solo di passaggio, lei potrebbe all’improvviso ribellarsi e scrollarcisi di dosso come fanno i cani con gli insetti. L’inquinamento ci avrà lasciato un pò di respiro e magari capiremo quanto del nostro quotidiano è assolutamente superfluo e dannoso per il nostro benessere.

La quarantena finirà e ci saranno di nuovo feste, viaggi, vacanze, cene di gruppo, folla in strada, le olimpiadi, le partite di calcio, le lezioni di danza, le scuole e le università.

 

Nel frattempo vi invitiamo a seguirci su Instagram @ledonnelosanno.it in arrivo tante novità per questa quarantena.

 

NB: avrai notato che questo articolo non nomina il C*****19 per scelta, perché vogliamo smettere di parlare del negativo e pensare a tutto ciò che di positivo c’è o ci sarà nel mondo. Vogliamo essere una finestra aperta sul mare non su un dirupo.